I diari di Renzo In primo piano

DIARIO DELLA SETTIMANA DAL 22 SETTEMBRE

Andare avanti…

«Ha solo 15 anni, occhi mansueti da cane bastonato. Questa volta, dopo diciassette tentativi ce l’ha fatta. Curo i suoi piedi e le sue dita con vesciche enormi scoppiate come fossero dei piccoli vulcani bianchi. Gli parlo. Vorrei portarlo a San Martino al campo a mangiare. Mi risponde l’uomo che è in lui, in questo ragazzino senza infanzia: «No mom, io devo andare avanti, devo andare a Milano a trovare lavoro, devo mandare i soldi a mia mamma e alle mie sorelle, mom!». Le sue parole dure come le pietre non lasciano scampo»
Lorena Fornasir – Linea d’Ombra – a Trieste accoglie i migranti massacrati della Rotta balcanica

Diario dal 22 settembre

22 settembre

  • Avvenire – Dopo le frustate il Texas costruisce anche il «muro di auto» – All’indomani delle immagini choc delle violenze sugli haitiani, il governatore repubblicano Abbott ha schierato migliaia di vetture lungo il confine per sbarrare il passo ai profughi centroamericani. E’ l’ultimo ritrovato dell’ingegneria politica statunitense nei confronti dei migranti. Dopo la barriera di cemento e quella legale per sbarrare la via ai profughi in arrivo dall’America centrale, è arrivato il “muro di metallo”. Così ha definito il governatore repubblicano del Texas, Greg Abbott, la fila interminabile di vetture schierata, per suo ordine, lungo la frontiera con l’obiettivo di fermare quanti attraversano il Rio Bravo. Un serpentone di agenti della Texas national guard e del Texas department of public safety si snoda per diversi chilometri lungo il confine.

23 settembre

  • La Stampa – Migranti climatici – L’impatto della crisi climatica non colpirà solo le zone più povere del pianeta. Gli effetti nefasti del cambiamento climatico stanno già portando a migrazioni interne anche nei Paesi avanzati e coinvolgendo la classe sociale medio-alta. Nel 2050 saranno 326 milioni. E in Italia già 7 su 10 arrivano spinti dal riscaldamento globale. Domani 24.9 sciopero globale per il clima
  • Avvenire – I migranti haitiani bloccati al confine Messico-USA, saranno trasferiti a Guantanamo – La base navale americana a Guantanamo, tristemente famosa per il campo di prigionia creato per i terroristi catturati dopo l’11 settembre, potrebbe presto ospitare un centro di detenzione migranti
  • Corriere della Sera – Bergamo – la Prefettura al migrante: ha superato il reddito, restituisca 10mila euro per l’accoglienza
  •  Avvenire – Punta sulla Calabria la nuova rotta dei trafficanti d’uomini
  • il manifesto – La Ocean Viking in attesa di un porto – La nave umanitaria di Sos Mediterranée è a poche miglia dall’isola di Lampedusa e ha bisogno di un porto dove far toccare terra ai 123 migranti soccorsi in quattro interventi tra il 18 e il 20 settembre. «Devono sbarcare al più presto, come prescrive il diritto marittimo», scrive l’Ong che ha già fatto 5 richieste di autorizzazione allo sbarco alle autorità competenti. Nelle acque internazionali davanti alla Libia rimane la Geo Barents, di Msf, che ha a bordo 53 naufraghi.

24 settembre

  • 1961-2021, sessant’anni dopo Aldo Capitini. Sessantesimo anniversario della marcia Perugia-Assisi voluta da Aldo Capitini il 24 settembre 1961 – la prossima marcia in programma il 10 ottobre 2021 sarà dedicata a Gino Strada

25 settembre

  • il manifesto – i Fridays si riprendono le piazze – «Cambiare il sistema, non il clima» – «Giustizia climatica e giustizia sociale». Due anni di pandemia non hanno intaccato la forza del movimento. Milano, Roma, Genova, Venezia, Bolzano, Bari, ma anche Londra, New York, Melbourne, Città del Capo, Nuova Delhi, venerdi 24 settembre 2021 ha visto nelle piazze di ogni città fiumi colorati di giovani in marcia a scuotere il tavolo dove i grandi della terra discutono e decidono come se di tempo ce ne fosse a sufficienza. Molte le critiche rivolte a Cingolani, definito dai manifestanti «ministro della finzione ecologica». Draghi all’Onu: «Ascoltare chi chiede il cambiamento».
  • Sos Mediterranee – Ieri Ocean Viking è stata autorizzata ad approdare nel porto di Augusta. Stamani è iniziata la procedura di sbarco dei 123 naufraghi salvati dalla nave.

26 settembre

  • Giornata mondiale del rifugiato. Poco da festeggiare dopo le scene viste al confine tra USA e Messico, con le notizie che arrivano dalla Libia e dal Mediterraneo, con le misure adottate dall’ Unione Europea per bloccare l’arrivo di migranti, con i trattamenti riservati ai richiedenti asilo ai confini con la Bosnia e tanto altro.
  • Pressenza La lenta regolarizzazione incompiuta. Condizioni di vita degli immigrati in Italia. Il 29 maggio 2020 fu pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto Legge per l’emersione dei rapporti di lavoro irregolari. Oltre 220.000 persone hanno presentato una domanda di emersione. Al 15 settembre 2021 circa 150.000 persone non sono ancora state convocate dalle Prefetture per ottenere il permesso di soggiorno e risultano così sospese fra contratti di lavoro non avviati, contratti di lavoro ormai cessati e impossibilità di accettare nuove proposte lavorative.
  • il manifesto – Pisapia: «Questo processo è una forma di accanimento non terapeutico» – A questo modello guardavamo da Milano. Ricordo quando i comuni della Locride diedero disponibilità ad accogliere 200 migranti, mentre Milano ne accoglieva soltanto 20. È un’esperienza che ho voluto vivere e vedere da vicino. Perché vanno bene le regole e le norme, ma bisogna tener conto anche del contesto e dell’esperienza. gli avvocati hanno chiesto per Mimmo Lucano la piena assoluzione. Mimmo Lucano ha speso la sua vita per un’idea di accoglienza integrata e, se questo è l’orizzonte del suo agire, la ricerca della verità non può non tenerne conto nell’esprimere un giudizio sulle sue responsabilità al di là di ogni ragionevole dubbio.

27 settembre

  • il fatto quotidiano – Colpisce la totale indifferenza dopo gravi e vergognosi episodi di razzismo all’indirizzo dei giocatori di colore, che puntualmente hanno ripreso a connotare le partite di calcio. Prevale la regola non scritta ma applicata, di far finta di niente e portare a termine la partita.

28 settembre

  • Avvenire Fronti, frontiere e inermi ribellioni di Mauro Armanino – Senza i migranti, pure noi, fintamente stanziali, saremmo perduti a noi stessi. Grazie allo straniero, infatti, diventiamo ciò che non avremmo mai pensato di essere. Essi sono il nostro più autentico specchio quotidiano. Loro hanno imparato a loro spese che le frontiere servono solo per essere tradite.
    Nonostante la sentenza della Corte di Giustizia dell’Unione europea che ha dichiarato illegittima l’esclusione dei cittadini stranieri dal bonus bebè e dalla indennità di maternità per le madri disoccupate, leggiamo continuamente casi di trattamenti disuguali tra le persone italiane e straniere nell’accesso alle prestazioni sociali. Oltre alle discriminazioni riguardanti l’assegno unico universale ed il reddito di cittadinanza, misure inique e vergognose vengono applicate da varie Regioni:
    -In Alto Adige dal 2023, assegni familiari solo sapendo lingua e cultura
    -la Regione Piemonte esclude gli stranieri dal bando “acquisto e/o recupero immobili in montagna”
    -la Regione Basilicata ha escluso gli stranieri dalle misure di sostegno al materiale scolastico

===============

Venerdì 1 e sabato 2 ottobre 2021, il convegno promosso da Magistratura Democratica dedicato alle violazioni dei diritti umani fondamentali dei migranti, persone vulnerabili in movimento. Il convegno potrà essere seguito in diretta streaming su piattaforma Zoom, al seguente link:
https://zoom.us/j/93118375869
ID webinar: 931 1837 5869